Negli ultimi anni, l’attenzione verso la sostenibilità ambientale è cresciuta moltissimo nel mondo della moda. I vestiti ecosostenibili rappresentano una scelta consapevole che va oltre l’estetica, rispondendo a esigenze etiche e ambientali. Ma perché dovremmo optare per un abbigliamento sostenibile?

Cosa significa moda sostenibile per i brand contemporanei?

Sono molteplici i brand di moda, soprattutto emergenti, che offrono oggi una valida offerta in quanto ad abbigliamento ecosostenibile. Questo è possibile grazie all’utilizzo di materiali di recupero, fibre innovative e scelte consapevoli. Ma non solo brand emergenti, anche aziende affermate nell’alta moda cercano oggi di compiere scelte sempre più sostenibili.

La moda ecosostenibile di Anna Valotta

Ad oggi, uno dei concetti più difficili da sdoganare è proprio l’unione tra moda sostenibile e design. Un capo ecologico e sostenibile sembra non poter possedere forme e design; fortunatamente i designer ci stanno dimostrando che non è così. Scegliere un capo dalle linee contemporanee, con un atteggiamento al contempo responsabile verso il pianeta, è possibile.

Anna Valotta sceglie materie prime e filati ecologici, rispettando l’ambiente e la natura. Seguendo attentamente ogni passaggio del ciclo produttivo, dalla scelta di filati coltivati in modo etico, all’utilizzo di tecnologie per il risparmio idrico, il brand valorizza la biodiversità e gli standard sociali, perché sostenibilità significa anche rispetto per le persone e le comunità.

La filosofia del “comprare meno, comprare meglio” è alla base delle collezioni “Mix & Match”, dove ogni pezzo si fonde con l’altro creando un universo infinito di outfit. Questo è il cuore della strategia di Anna Valotta – una celebrazione della qualità, l’emozione di scegliere consapevolmente, l’esperienza di costruire un guardaroba personalizzato e che ama il pianeta.

Dove acquistare vestiti ecosostenibili?

Individuare capi sostenibili può non essere semplice, soprattutto quando si è alla ricerca di piccoli produttori italiani. I marchi emergenti spesso hanno maggiore difficoltà nel rendersi pienamente visibili sul mercato. Ecco qualche consiglio per svolgere un’adeguata ricerca:

indubbiamente le ricerche Google con parole chiave del settore, come “abbigliamento sostenibile made in Italy”, possono essere un buon punto di partenza. Sui social media i brand sono oggi molto presenti, effettuare delle ricerche con hashtag dedicati, come per esempio #modasostenibile o #abbigliamentosostenibile, porta a poter navigare tra innumerevoli risultati. Ritagliarsi del tempo per ricerca e informazione è uno step importante.

La presenza di e-commerce multimarca, inoltre, viene in aiuto specie quando essi presentano la categoria “sostenibilità”, opzione che fortunatamente sembra espandersi sempre più.

Vestiti ecosostenibili: perché sceglierli e dove trovarli