Il blazer jacket è un capo d’abbigliamento versatile e indispensabile nel guardaroba di uomini e donne. Per look casual e sportivi oppure per look formali, un blazer ben scelto è un dettaglio non indifferente che emana carattere e gusto. Esistono diverse tipologie di blazer, che differiscono per taglio, tessuti e vestibilità. Ma come scegliere quello perfetto da indossare in ogni occasione? Ecco qualche consiglio firmato dalla designer Anna Valotta, fondatrice dell’omonimo marchio.

Blazer jacket, un po’ di storia

Il blazer, capo la cui comparsa sarebbe datata al 1837, nasce come capo per gli equipaggi navali. Nello specifico, il capitano della nave HMS Blazer aveva vestito l’equipaggio in giacche doppiopetto blu navy per la visita della regina Vittoria. Negli anni Venti del Novecento, il blazer è diventato un capo popolare nella moda casual e sportiva. Successivamente, è stato adottato anche in contesti formali e professionali, evolvendosi in vari stili e tessuti. Oggi, il blazer è un elemento essenziale nel guardaroba sia maschile che femminile, simbolo di eleganza e versatilità. Ad oggi, è un capo irrinunciabile in qualsiasi guardaroba, declinato in molteplici versioni e sfumature, si tratta di un capo sartoriale che porta con sé un grande valore.

Un blazer ecosostenibile, la scelta più responsabile

In quanto capospalla passe-partout, Anna Valotta ha incluso nella sua collezione L’Essenziale il Blazer doppiopetto Milano. Realizzato interamente in Italia in cotone biologico certificato GOTS, con bottoni in Corozo, presenta un taglio maschile, cioè dritto e oversize, che lo rende un capo unisex. Grazie alle tecniche di produzione etiche e alla manifattura artigianale, il processo produttivo è sostenibile dall’inizio alla fine. Un blazer come questo è progettato per durare a lungo nel tempo, per via del tessuto resistente, e del taglio strutturato e classico che non passa mai di moda.

L’idea è proprio quella di promuovere un consumo maggiormente consapevole, riducendo gli sprechi. Scegliere di possedere un guardaroba ecosostenibile significa contribuire attivamente alla protezione del nostro pianeta, senza rinunciare a stile ed eleganza.

Come abbinare un blazer jacket

Spesso utilizzato in modo formale, abbinato a un pantalone classico o gonna longuette, il blazer jacket può essere indossato anche in modo più easy-going con jeans, cargo pants, minigonne e shorts, ed è in grado di aggiungere carattere a qualsiasi look.

Per un outfit sostenibile casual chic, il blazer Milano Anna Valotta è perfetto per essere indossato con i pantaloni cargo Parigi e una camicia bianca. Per un look più strutturato e al contempo formale, il blazer può essere abbinato a pantaloni coordinati, come il modello Capri di Anna Valotta, e a una camicia a tinta unita. Un tocco moderno può essere ottenuto indossando il blazer Milano con i pantaloni cargo Parigi abbinati a una t-shirt basica, come quella oversize in fibra di Caffè Audrey, anch’essa proposta dal brand Anna Valotta.

 

Blazer jacket: come sceglierlo per completare il look perfetto